Cardi - Thistles




Ho letto da qualche parte che nella tradizione celtica, gli abitanti del bosco, come gnomi ed elfi, utilizzano foglie di cardo silvestre per raccogliere le gocce di pioggia, utilizzandole come bicchieri.



Trattandosi di una pianta che cresce anche in luoghi impervi, il significato che le è stato accostato, nel linguaggio dei fiori e delle piante, è quello di isolamento e solitudine. Mettiamoci pure un paio di spine ed il quadretto di pianta ostica è perfetto. Eppure io sono irrimediabilmente attratta da questa pianta, vuoi per la leggenda degli elfi, vuoi perché non ha nulla della pianta da appartamento, la trovi nei luoghi più impervi o isolati oppure in mezzo a centinaia di fiori di campo, a seconda della specie.



Da anni li dipingo ovunque. Il significato, che me li fa piacere ancora di più, l'ho scoperto da non molto. Il materiale su cui li dipingo e che prediligo, è il legno, forse perché naturale ed in qualche modo vivo. Li ho dipinti spesso anche su pasta di zucchero, per vederli sparire in un sol boccone.



Sottopiatti, vassoi, per una tavola all'insegna della semplicità campagnola. Pezzi disseminati sulle tavole di amici e conoscenti, un filo invisibile che ci lega. La tavola è sinonimo di compagnia, allegria, condivisione, cibo. 



Visti da vicino invece, credo che siamo tutti un po' CARDO ;-)




Nessun commento:

Posta un commento