Torta canottaggio Lago di Como - Rowing cake Lake Como


Rowing Club cake

21 anni, di cui un terzo passato praticando il canottaggio. Poi c'è chi ha il doppio degli anni, più qualcuno di mancia, di cui uno scarso, trascorso nel tentativo di praticare il medesimo sport.
Giro di boa del mezzo secolo all'orizzonte. Per evitare che il fisico coli a picco, non rimane che imbarcarsi in un'attività che ne scongiuri la deriva. C'è chi opta per le labbra a canotto, chi segue la propria vocazione e diventa nave scuola  e chi tenta, per l'ennesima volta, di prendere il largo.
Abitualmente gli sport faticosi e di scarse soddisfazioni, si praticano quando età e fisico collaborano in sinergia, dopodiché ci si dedica a qualcosa di meno logorante, tipo il golf. Qualcuno, dalle dubbie facoltà mentali, ha optato per una diabolica logica inversa: vent'anni di golf e poi via...largo ad una specie di autflagellazione da praticare da soli, in coppia, in quattro, in otto, non c'è limite alla fantasia perversa dei devoti di San Remo, le cui apparizioni, accolte da immancabili gemiti primordiali, si verificano principalmente al remergometro, all'apice di una pseudo-trance agonistica.


Logo Canottieri

Un paio di suggerimenti pratici per la sopravvivenza di un neofita, come chi sta scrivendo.
Donne: scordatevi manicure, trucco e messa in piega. Le vostre mani sembreranno aver preso a cazzotti un sacco da boxe rivestito di carta vetrata. Scordatevi le unghie lunghe e curate, perché quelle della mano sinistra cercheranno di scorticare le nocche della mano destra. Ci farete il callo, anzi li collezionerete. Il trucco, a meno che non sia super water-proof, o meglio ancora se tatuato, si mischierà al sudore e colerà inesorabilmente lungo qualsiasi interstizio. La messa in piega avrà una vita media espressa in minuti, pari al numero di forcine che addobberanno il vostro cranio, all'incirca quindici. Anche l'abbigliamento, per quanto cercherete di mascherare le abbondanti imperfezioni con una mise total black, vi remerà contro
Lavorare sodo però assumerà una nuova accezione, soprattutto nell'istante in cui percepirete che la forza di gravità, che interessa la parte superiore del corpo femminile, viene miracolosamente arginata e la distanza di tale parte dall'ombelico, mantenuta costante.  Per quanto riguarda ciò che leggiadramente appoggerete sul carrello, si suggerisce di programmare il lavoro su uno o più lustri, o forse decenni.
Uomini: libero sfogo all'innato machismo, misurato in circonferenza di bicipiti e decimi di secondo, guadagnati con il sudore. E quando per la prima volta sentirete dire "è lungo" oppure "è corto", non prendetela sul personale, non c'è nessun riferimento al vostro inseparabile amico del cuore, o alla potenza della vostra automobile, che una leggenda metropolitana vuole inversamente proporzionale, e non avete nemmeno una talpa nello spogliatoio.


Barche canottaggio


C'è comunque qualcosa, a parte il gusto primitivo ed essenziale di far fatica, di schiettamente intrigante. Deve essere l'inedita prospettiva da cui ci si trova ad osservare il nostro minuscolo mondo, esattamente al contrario, e badate bene, rigorosamente a culo indietro, semplicemente guardando ciò che lasciamo: delle effimere impronte nell'acqua.



Nessun commento:

Posta un commento